Clysuva

Non dirmi cosa ne pensi che voglio sentire.

Cattive notizie per il vaccino: il virus si differenzia da paese a paese

Mentre non esiste ancora un trattamento definitivo o vaccino contro il virus corona che ha causato l’epidemia globale, un nuovo studio ha trovato che c’è stato un miglioramento in tale lavoro. Di conseguenza, il virus, il vaccino e gli studi sui farmaci presi di mira dalla “proteina protrudente” sono mutati per vedere i cambiamenti. La mutazione può variare da paese a paese, portando alla diffusione del virus più rapidamente, ha detto.

DUE RIMILAZIONI DI GENETICATO

Lo studio, condotto presso la School of Hygiene and Tropical Medicine di Londra, in Inghilterra, ha esaminato 5.349 genomi del virus della corona provenienti da 62 paesi. Lo studio ha esaminato la struttura delle sottospecie del virus e come le mutazioni sono state mutate per adattarsi agli esseri umani. Anche se il virus è stato trovato per essere in gran parte ‘stabile’, si è scoperto che due cambiamenti genetici avevano differenziato la “proteina protrudente” utilizzata per aggrapparsi alle cellule umane e infettare.

“SI VERIFICA IN MODO INDIPENDENTE NEI DIVERSI PAESI”

In questo modo, alcune sottospecie del virus hanno cominciato ad adattarsi agli esseri umani, e la semantica del virus si è diffusa più rapidamente in alcuni luoghi perché questi cambiamenti si verificano in modo indipendente in diversi paesi, hanno concluso i ricercatori.

“ALCUNI CASI IN CINA NON SONO STATI COMPRESI A CAUSA DELLA MUTAZIONE”

Lo studio ha scoperto che 788 dei campioni hanno esaminato una delle due mutazioni critiche in questione sono state trovate più sottili e solo 32 di esse. Queste mutazioni sono state trovate anche per causare ‘case escape’ in Cina. Di conseguenza, a causa di questa mutazione nel sito dei test condotti in Cina all’inizio di gennaio, i test non sono stati in grado di rilevare il virus.

‘WE CAN DEVELOP A SINGLE SUBSPECIES E STAY IN THE MIDDLE’

I ricercatori hanno sottolineato che la mutazione nella proteina prospetta è attualmente rara, ma che gli studi sui vaccini e sui trattamenti dovrebbero essere attentamente monitorati perché stanno camminando attraverso questo virus. Il professor Martin Hibberd, esperto di malattie infettive del team di ricerca, ha dichiarato: “Questo è esattamente ciò che dovrebbe essere sui nostri occhi. I vaccini e altre terapie sono in fase di sviluppo contro questa proteina sporgente perché sembra essere un ottimo bersaglio. Dobbiamo monitorarlo da vicino ed evitare che qualsiasi mutazione prescinda questi studi.”

Mentre si afferma che un possibile vaccino non funzionerà se la proteina dell’ago cambia troppo, Hibberd ha detto, “Questo è un avvertimento precoce”, aggiungendo: “Anche se queste mutazioni non sono importanti per il vaccino, altre mutazioni possono essere significative. Dobbiamo solo sviluppare un vaccino che funzioni contro alcune sottospecie e tenerlo d’occhio in modo che non rimanga nel mezzo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *