Clysuva

Non dirmi cosa ne pensi che voglio sentire.

Ali Cabbar: Korona è un virus bello e colorato

L’agenda mondiale, l’epidemia di virus corona, ha colpito anche l’arte. Il giornale del settimanale ha parlato con artisti turchi sui suoi giorni in corona.

L’artista contemporaneo Ali Cabbar, che vive a Bruxelles, è diventato uno dei primi a rispondere all’epidemia con la sua serie spring Masks. Poi è venuto Fake News maschere e un nuovo design del marchio di colonia. “Il virus Corona è un virus molto giovane, bello e colorato, per quanto ne so dalle foto trapelate alla stampa,” dice. “Ha chiarito che è venuto a dare una lezione alla gente e ha bloccato tutti tra quattro mura. Anche le guerre che sono in corso qui dall’arrivo di Covid-19 sono state sospese. Invece di raccogliere tributi da gente mafia, si mise alla distribuzione di cibo ai poveri. Il rilascio di gas tossici dai camini si è fermato; l’aria è liberata. Gli animali selvatici che vivevano sulle rive delle città hanno cominciato a scendere nel centro della città per scoprire la causa del silenzio a cui non hanno assistito fino ad ora.”

Anche se trova la forma del virus “bello”, Cabbar di solito ama giocare con le parole, sulla base di un’idea. “Il fatto che la colonia sia la nostra arma più semplice e tradizionale nella lotta contro il virus mi ha creato l’opportunità di progettare una nuova colonia chiamata Co-Ro-Na Touristic. Ho cambiato l’etichetta di Pe-Re-Ja, il marchio di colonia della nostra infanzia, usando la mia chiamata ai nomi.”

Un’altra serie di design in cui l’artista prende le parole in prima linea sono le maschere chiamate Fake News… Il materiale è il titolo dei giornali turchi e mondiali.

Ali Cabbar, che non è stato in grado di andare al suo laboratorio a causa della quarantena e ha continuato la sua produzione con pochi materiali che ha portato a casa, a volte ha un umorismo velato nel suo lavoro, ma i suoi messaggi sono molto gravi:

“L’epidemia di corona sarà un milat per cambiare radicalmente le abitudini umane. O spero che lo sarà. Questa epidemia ci ha mostrato le nostre debolezze. Potete immaginare che se avete intenzione di essere in grado di fare questo, si La persona con il lusso di consumare tutto troppo ha bisogno di una maschera di carta. Ecco perché ho fatto nuove opere basate sull’idea di maschere come molti artisti. Nella serie Maschere di primavera, ho cercato di dare il messaggio per andare d’accordo con la natura. Penso che vedremo tracce di corona nell’arte nei prossimi tre o cinque anni. Naturalmente, se possiamo permetterci di aprire una mostra economicamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *